Latte crudo……

Latte crudo, sì….da che potevo partire? Dal tuo meraviglioso messaggio di oggi che mi ha sorpresa, commossa, abbracciata con dolcezza e provocata per bene, come solo tu sai fare……E ti ho detto che sei un mago, sì, o, perlomeno, un veggente, visto che hai dato voce ai pensieri che in questi giorni mi frullano per la testa……e che, guarda un po’, alla fine portano a (o partono da?!)  te.

Ma anche un po’ da me….per questo ero in forse se scrivere qui o nell’altro blog….

Sì, si parla di me, di quanto in questi giorni, in questi mesi, stia cambiando il mio rapporto con il mio corpo, con il cibo, con la mia vita stessa, col mondo intero…..(la solita megalomane!)….ma, da dove parto? Provo a partire dal latte crudo, dal fatto che da mesi aspetto che aprano quel distributore, da quando ho iniziato a correre, in giugno, lo stavano allestendo e, passando ogni mattina (è sul mio percorso), aspettavo di arrivare dopo la curva e passare di fronte alla fattoria per vedere se finalmente lo avevano aperto……ora che c’è, è una piccola festa prendere la mia bottiglia di vetro con le mucche disegnate (l’ho comperata apposta!!!), e andare a “mungere” il mio litro di latte, fresco, crudo, non pastorizzato, non scarto di altre produzioni casearie, puro, semplice, buono……una festa per gli occhi, per il cuore, per tutta me, che mi faccio del bene, che mi voglio bene, finalmente.

Ed ho imparato anche a comperare molta più verdura, molta più frutta, tante cose buone, gusti vecchi, che ora diventano nuovi sapori, abbinamenti insoliti, nuove scoperte, voglia di sperimentare, di giocare, di gustare, di apprezzare tutte queste cose meravigliose e stupirmi nello scoprire che mi fanno pure bene……anche nel negozio di frutta e verdura, tutti quei colori, tutti quei sapori che già pregusto, ogni prodotto diventa un’idea, dagli occhi, al gusto….prima ancora di finire nella borsa!!! Che bello, che gioia….quando sono in cucina, tagliare, inventare, cucinare, farlo per me, perchè è bello, perchè è buono, perchè è divertente….perchè sono viva!!

Amo assaporare il latte crudo, le verdure, le pietanze che invento, che sperimento, che mi faccio consigliare, amo farlo al meglio, curando i dettagli….amo il mio corpo e le sue risposte….amo accarezzarlo di gusti sapori ed emozioni….lo amo così com’è, amo prendermene cura non più per un fattore estetico, amo deliziarlo e viziarlo, amo il cioccolato e le mele, la panna e le prugne, la pasta alla bottarga, il risotto col sedano, il filetto al sangue….il cibo non è più una forma di punizione, di autodistruzione, di….non mi ricordo nemmeno più le altre brutte parole che usavo…….è gioia, è amore, è vita, è un modo per festeggiare, per festeggiarmi…..e sarò anche un  po’ presuntuosa, ma ora ci vuole!!! !

 Tu sei in tutto questo, quando cucino, quando vado a prendere il latte o le verdure…..io penso a te, ti ho in mente…..credo perchè in fondo tu sei come tutte queste cose: sano, genuino, vero, “fresco”, bello, curioso, divertente, dolce come una coccola ….la tua presenza nella mia vita è una corsa nei prati, una primavera di fiori e profumi, una festa, un valzer vorticoso, una birra fresca quando ne ho proprio voglia, un gelato di quelli buonissimi che mangi solo in montagna (quanto sono buoni!!!) un sorso di latte crudo, una vera gioia….mi ripeto un po’ troppo…..

Mi sono ritrovata a chiedermi se tu sei causa o effetto di tutto questo cambiamento, se sei la fonte o il mare, se sei una domanda o una risposta, e quanta parte di tutto questo viene da te o porta a te……se ci saresti comunque se non fossi cambiata, se sei qui per questo o se non c’entri niente e, sacrosanto e giusto,  ti godi la festa (vai fratello, una birra anche per te!!!), se è giusto,che ci faccio qui, quanto ancora deve cambiare……Adamo ed Eva……penso ad una frase di un libro di Fabio Volo che un po’ mi fa riflettere… e te la cito:” Quando guardo un tramonto e mi emoziono, non mi domando a che velocità gira la Terra o a che distanza è il Sole o quanto sono grandi…Amo quel momento. Punto. Non c’è da capire, c’è da amare.”

Penso che sia vero, ma non so se sono in grado di farlo, se lo sto già facendo…….forse sono qui per questo, per provarci, per imparare, per scoprirlo…..è difficile lasciare andare la razionalità, smetterla di agrapparmici con le unghie e coi denti, smettterla di tentare di capire……e poi però penso che questo non so nemmeno se sia amare….

 

Parliamo, diciamo “fare l’amore” un po’ giocandoci col peso di queste parole, un po’ ignorandolo……ma io faccio l’amore con chi amo, e tu? E allora? Io con te ci faccio l’Amore? Sì, perchè ogni gesto, ogni sospiro, ogni parola, ogni desiderio, dolce e hot,  tutto è fatto con amore…..è semplicemente così…mi sono fatta una domanda e mi sono risposta, adesso, ora……non c’è da capire….ma mi chiedo se ti amo e non sono capace di rispondermi, è troppo, è troppo grande………che cosa? La domanda o il dito dietro al quale mi nascondo?! Mi sto sfidando…e tento ancora di capire…non è reale, non è leale…..

…..E invece Jovanotti canta: “So che è successo giààààà, che altri già si amarono, non è una novitààààà…..”, beh, no, non lo è…..sai che c’è di nuovo invece? Tu, noi….ma soprattutto, tu (“….forse non essenzialmente tu…..ma è meglio fossi tu!!!”) nel senso che sei nuovo, nuovo ogni volta e ogni volta sempre più tu, lo stesso…l’emozione del tuo profumo che mi avvolge, mi accarezza, mi seduce, mi fa impazzire…ogni volta come se mai l’avessi sentito, eppure lo riconosco talmente che riesco a “vederti” evocandolo…..la tua pelle, potrei percorrere chilometri accarezzandola, non mi stancherei mai di assaggiarla, di inseguire i tuoi brividi con la  mia lingua….e il sapore di te è ancora nuovo, lo sarà sempre, per quanto io riesca a ritrovarlo in ogni mio sogno…..

…..e sono nuova io….il tocco delle tue mani mi rende nuova, il modo in cui mi desideri e mi fai desiderare mi fa nuova….e il mio corpo è nuovo tra le tue mani ogni volta….

…rispondo a quella tua domanda: no, non basterebbe un’intera giornata a stancarmi di te…..e non voglio fare altri calcoli temporali…….non credo di poter vivere così a lungo!!!!!!.

 

Sto pensando che mi sono scoperta a vestirmi con cose che mi fanno sentire come mi sento con te, quando mi accarezzi, quando mi desideri, e mi tocchi…….piccola, morbida, dolce ma mooooolto, moooolto sexy….. non mi sono mai sentita così…..e mi piace…..ma è solo uno dei tanti modi in cui mi fai sentire, tutti splendidi, tutti nuovi, tutti me…..ma sono già le dieci e mezza e devo prepararmi…..questa sera abbiamo una vera festa da goderci…..aprirò la porta e sarai lì, nel mio bagno, tra il profumo dei sali, la luce intima e calda delle candele, il calore dell’acqua, bollente, come piace e noi…….e, tra parentesi, la vaniglia io l’adoro, ho una vera ossessione, come per il latte crudo e cucinare per passione e non per dovere….allo stesso modo mi piace far l’amore…..è un gioco, una festa, una vita, la mia, la tua, una stella, tu, (ed è in questo, e solo in questo, senso che mi sento piccola di fronte a te….a te che non dormi mai e che fai mille cose e tutte perfette e un miliardo ne hai già fatte e riesci ad incastrarle tutte dentro a 24 ore senza nemmeno affannarti un po’)…e che sai sempre di che sto parlando prima ancora che io lo dica, che segui, anticipi, leggi, giochi con i miei pensieri, culli i miei sogni, alimenti le mie fantasie quale unica fonte di desideri e giochi…..luce, ispirazione, guida……..idea, sfida, passione…..gioca con me……….ancora un po’…….Dai, aspettami che arrivo!!!

 

Latte crudo……ultima modifica: 2008-02-09T00:41:46+01:00da bimbusparadise
Reposta per primo quest’articolo